Il mio lavoro

Sono stata eletta nel 2011 in Consiglio nazionale e da quel momento essere parlamentare è diventato il mio lavoro almeno al 50%. Accanto a questo importante mandato, che mi rende orgogliosa , sono anche vicesindaco di Chiasso e per il tempo che mi resta (ben poco purtroppo!) dirigo uno Studio fiduciario.

Il mio lavoro mi piace e sono onorata di poter rappresentare i ticinesi che mi hanno per ben due volte dato la loro fiducia, a Berna. Il prossimo 20 ottobre, mi piacerebbe che venissi confermata per questo importante lavoro.

Se volete rimanere aggiornati costantemente sul mio lavoro parlamentare, iscrivetevi alla newsletter!

Berna

La mia carriera politica federale è iniziata il 23 ottobre 2011 quando i cittadini ticinesi mi scelsero quale prima donna leghista per il Consiglio nazionale. Quattro anni dopo sono stata riconfermata con oltre 28mila voti. In questi primi otto anni a Berna sono stata membro della Commissione delle istituzioni politiche (dove rappresento gli interessi del Ticino in importanti dossier come immigrazione, asilo, stranieri, trasporti e sicurezza) e della Delegazione per i rapporti con il Parlamento italiano. Sono co-presidente del gruppo interparlamentare italianità, presidente del gruppo interparlamentare Svizzera-Tailandia e del gruppo Svizzera-Association of South-Eastern Asian Nations. Dal 2018 sono membro del Comitato direttivo dellAssociazione dei Comuni Svizzeri.

Chiasso

La mia carriera politica è iniziata a Chiasso nel 2000, quando sono stata eletta in Consiglio comunale. Quattro anni dopo sono diventata la prima municipale leghista eletta nel Municipio di Chiasso, dove i cittadini mi hanno confermato nel 2008 (anno in cui ho assunto per la prima volta la carica di vicesindaco), 2012 e 2016. Oggi sono ancora vicesindaco di Chiasso e sono responsabile dei dicasteri Socialità ed Econonia. Dal 2004 al 2016 sono stata responsabile del dicastero Sicurezza pubblica. Oltre ad avere inaugurato la nuova caserma della Polizia nel 2007 e la nuova sede dei Pompieri nel 2008, sono stata presidente del gruppo di lavoro che, il 28 aprile 2010, ha organizzato la cerimonia I Fatti di Chiasso. Sempre dal 2004 al 2016 sono stata membro del Consiglio di amministrazione di AGE SA, che ho presieduto per 8 anni, e dellAzienda Consorzio Prà Tiro.

Lega dei Ticinesi

Il 18 marzo 1990 appare il primo numero del Mattino Della Domenica, settimanale che definisce inizialmente le linee guida del movimento che nasce nel gennaio del 1991 con Giuliano Bignasca presidente a vita.
La Lega dei Ticinesi inizia così a raccogliere risultati sorprendenti sia in Gran Consiglio che in Consiglio di Stato e in Consiglio Federale.

Negli anni:
1991
Elezioni Federali: Marco Borradori e Flavio Maspoli
1995
Elezioni Cantonali: Marco Borradori
Elezioni Federali: Flavio Maspoli
1999
Elezioni Cantonali: Roberta Pantani candidata al Consiglio di Stato, confermato Marco Borradori
Elezioni Federali: Roberta Pantani candidata al Consiglio nazionale, Flavio Maspoli confermato e Giuliano Bignasca
2003
Elezioni Cantonali: Attilio Bignasca
Elezioni Federali: Attilio Bignasca
2007
Elezioni Cantonali: Marco Borradori
Elezioni Federali: Attilio Bignasca
2011
Elezioni Cantonali: Norman Gobbi e Marco Borradori
Elezioni Nazionali: Roberta Pantani e Lorenzo Quadri
2013
Nel marzo del 2013 poco prima delle elezioni comunali, il fondatore e presidente a vita del movimento, Giuliano Bignasca, muore prematuramente lasciando di stucco l’intero Ticino. Molti purtroppo, anche rappresentanti politici e funzionari pubblici si scagliano contro il Nano, che ormai non può più rispondere, senza nascondere la propria soddisfazione e lanciandosi perfino in affermazione come quella del direttore della rivista (che in pratica nessuno ha mai considerato nel Cantone) del PS “Confronti”: “Credo che mi impiccherò per la disperazione” e questo fatto naturalmente annuncia che Giuliano darà ancora molti fastidi ai radical chic e gauche caviar del Cantone: difatti durante le seguenti elezioni comunali risulta uno dei più votati nonostante tutti i tentavi di escluderlo dalla lista.
2015
L’elezione del 2015 è per diversi punti di vista il banco di prova finale del movimento a 25 anni dalla prima edizione del suo settimanale “Il Mattino Della Domenica”: il partito corre completamente da solo senza alleanze e secondo molti la mancanza di Borradori, nel frattempo diventato Sindaco di Lugano, potrebbe influire sul risultato. Oltre a questo, Claudio Zali prende le redini del dipartimento del territorio per la prematura dipartita di Michele Barra e riesce a convincere la popolazione ticinese grazie al suo pragmatismo diventando per tutti “l’uomo che fa” facendo incetta di voti e siglando il primato di uomo più votato nella storia del Ticino: il mantenimento di due rappresentanti in Consiglio di Stato è la conferma definitiva che la Lega Dei Ticinesi ha fatto e farà anche in futuro la storia politica del Cantone.
Elezioni Cantonali: confermati Norman Gobbi e Claudio Zali
Elezioni Federali: confermati Roberta Pantani e Norman Gobbi
2019
Elezioni Cantonali: confermati Norman Gobbi e Claudio Zali

Il prossimo appuntamento

22/09/2019Pregassona

Festa UDC

Alla festa dell’UDC avrà luogo un mio breve intervento attorno alle 10.30

Leggi di più

Sostieni il mio viaggio verso Berna

Fai una donazione